News

SLAM FC 7 “NEMESIS”: BIAGIO CINGOLANI, UN MALATO TERMINALE, CONTRO SLAM FC!

By 13.10.2014 No Comments

Slam Fighting Championship non smette mai di far parlare di sé e sempre più spesso le parole crescono e vanno fuori da ogni ambito sportivo. Una persona fra tutte ha deciso di combattere Slam FC come fosse l’ultima battaglia che combatterà, fraintendendo forse il bersaglio della sua vera ed importante guerra con l’evento di MMA fiorentino. Biagio Cingolani, malato terminale di Leucemia, ha da sempre cercato di non fare segreto della sua malattia e l’ha sventolata davanti a tutti sul suo profilo Facebook forse cercando in questo modo di esorcizzarla. La sua terribile malattia e Slam FC sono diventati di argomento pubblico e di discussione etica-morale nel momento in cui ha pubblicato delle offese private che accennavano alla Leucemia da parte di Marco Santi, presidente di Slam FC, non nuovo ad atteggiamenti, a dir poco estremi, come sembrerebbe questo. Biagio Cingolani insieme alla sua schiera di amici virtuali di cui si circonda su Facebook chiedono quindi la sospensione dell’evento Slam FC 7 “Nemesis”, il motivo e il modo in cui tenteranno di riuscirci non si conosce ancora. Marco Santi direttamente interpellato non ha mostrato grande preoccupazione per l’accaduto ed ha dichiarato ciò:
“Biagio Cingolani si è sentito offeso dalle mie parole e lo capisco, di fatto quello era il mio intento poiché lui in primis mi aveva offeso, adesso sta cercando di danneggiare Slam FC usando la sua immagine e la sua situazione di salute come vera e propria arma in suo favore. Io mi sono limitato a dire quello che pensavo, ossia che lui stava usando pubblicamente la sua malattia e la compassione di chi lo segue per condizionare l’opinione della gente in modo fuorviante. La motivazione delle mie offese risale al fatto che Slam FC surclassando per immagine, successo e mercato quella che è la sua creazione: il brand Icchec’è (direi idea simpatica ma decisamente approssimativa) ha portato Cingolani a mostrare ripetutamente odio nei confronti dell’attività di Slam FC ed a tenere una campagna diffamatoria contro l’organizzazione stessa. La mia regola è semplice: pretendo rispetto e porto rispetto a chi me lo porta, chi non mi porta rispetto non ottiene rispetto da me nemmeno se è un malato terminale, ancora meno nel momento i cui strumentalizza la sua malattia per una guerra personale inutile che gli ruba le energie vitali e mi attacca con una falsa, ipocrità moralità da social network. Non ho mai offeso né i malati, né la malattia, né la situazione a cui questa può portare, tutto ciò ha il mio massimo rispetto. La mia affermazione non prevedeva soltanto l’omertà di citare il nome della malattia come motivo della sua arroganza mediatica. Chi combatte ha sempre il mio rispetto, non porgo né scuse né ho intenzione di continuare a parlare di lui tantomeno di cose che non riguardano direttamente Slam FC. Posso solo dire che nessuno fermerà Slam FC, in nessun modo, Nemesis sta arrivando, nessuno può fermare la sua energia dirompente. Posso solo dire a Biagio Cingolani di spegnare quel computer e raccogliere tutte le sue forze per combattere e vincere la sua sfida da solo, perché quella battaglia la combatterà da solo senza l’aiuto degli amici di Facebook e dei loro likes.”
Quindi tranquilli fan di Slam FC e in bocca al lupo Biagione!
Questo è Slam! Questo è spettacolo!

Leave a Reply