News

SLAM FC 7 “NEMESIS” – MARCO SANTI: “E’ GIUSTO CHE RICONOSCA IL MIO SBAGLIO. CI SONO COSE IL CUI VALORE VA OLTRE QUALSIASI ALTRA COSA, IL CUI RISPETTO E’ DOVUTO ED INESTIMABILE.

By 14.10.2014 No Comments

E’ passata una notte soltanto dall’ultimo comunicato di Slam FC ed è stata una notte lunga ma importante per cercare, riflettere e capire; Alla ricerca del bene e del male, del giusto e dello sbagliato, di un limite visibile ed identico per tutti che non possa mai essere moralmente frainteso e che segua le tracce evidenti di una riflessione eticamente corretta. Per la prima volta dalla nascita di Slam FC mi trovo a voler scrivere a titolo unicamente personale, Marco Santi, e non a nome dell’organizzazione o di presidente di Slam FC poiché ciò che è successo è andato oltre un limite che non è più giusto continuare ad ammettere, oltre un limite che non riguarda più le MMA e lo sport stesso, un limite che sfocia inevitabilmente in una riflessione personale e profondamente morale che non può che riconoscere che l’ammissione della colpa è l’unica via per distruggere un male regalato gratuitamente, nella speranza che ciò sia un modo per curarlo e un momento di crescita per me, Marco Santi, e per Slam FC stesso. E’ giusto che riconosca il mio errore, un errore personale che se può essere comprensibile non è assolutamente giustificabile in quanto irrispettoso del fatto che ci sono “cose” nella vita che vanno oltre qualsiasi altra realtà e devono avere un rispetto eterno ed inoppugnabile, un errore irrispettoso del valore della vita stessa, un valore che mi appartiene e devo curare e rispettare tanto quanto ogni altra persona in questo mondo. E’ giusto fare un passo indietro, abbassare la testa e riconoscere la mia sconfitta. Stavolta ho perso e l’ho fatto con una colpa ancor più grave: mancando di rispetto al mio avversario, un rispetto che era dovuto e che non avrei mai dovuto mettere in discussione in qualsivoglia maniera . Ma non tutto è perduto, non è la prima volta che perdo nella vita e so che è faticoso rialzarsi ma ci si può rialzare, anzi ci si deve rialzare perché dalle sconfitte si torna più forti di prima, esse mettono in mostra il tuo limite e solo conoscendolo puoi tentare di superarlo se lo vuoi. Ti chiedo scusa Biagio e lo farò di persona. Chiedo scusa ai fan di Slam FC, spettatori costretti, di uno spettacolo che non merita il prezzo del biglietto. Chiedo scusa a me, Marco Santi, stupido e sprecato attore di uno spettacolo inutile e mediocre. Slam Fighting Championship ha dall’edizione “Malebolge” iniziato una campagna di beneficenza chiamata Glorious Bastards dedicata ai cani, ex combattenti, bisognosi di una casa e di cure. Questo primo passo in una direzione di beneficenza che Slam FC ha fatto nasce da un’esperienza personale che mi aveva profondamente toccato ma decisamente priva di valore, in questo momento, a confronto col valore della vita. Ho il dovere di trasformare questa mia colpa in qualcosa di buono, di bello e di giusto che possa meritare di far parte del grande spettacolo che Slam FC vuole essere e che non cerchi di nascondere la verità quanto la ricordi e la celebri per rendere concreto quello che è il suo valore superiore. Glorious Bastards ed io stesso raddoppieremo il nostro impegno nella beneficenza e lo faremo come sempre per i cani ma da adesso anche per gli uomini, per i cani e gli uomini che sono gloriosi guerrieri della più grande delle lotte, la vita. Ciò non significa assolutamente che gli introiti della campagna di beneficenza verranno divisi ma bensì raddoppiati perché io verserò personalmente dal mio portafoglio il corrispettivo raccolto da Glorious Bastards in modo da donare la stessa somma raccolta in beneficenza sia ai cani che agli uomini, al canile di Firenze ed ad un ente di beneficenza più grande e che si occupi della ricerca sulla Leucemia. In segno di rispetto a Biagio e a tutti i guerrieri come lui ma anche per me, per Slam FC, per non nascondersi mai e mai darsi sconfitti, per non dimenticare e crescere sempre, per tutti voi, per la mia famiglia e per gli amici che ti sono accanto sempre e in qualche modo ti indicano sempre la giusta strada, anche quelli che non credevi di avere: grazie Simone, Pietro, Elita, Hicham, Marino e Maurizio.

Leave a Reply