News

SLAM FC 7 “NEMESIS”: L’ODIATISSIMO CRITICO DELLE MMA DAVIDE FERRO AL COMMENTO STREAMING

By 22.09.2014 No Comments

Slam Fighting Championship cambia gli schemi, sorprende ancora una volta e cerca come sempre la via più bella e difficile mai quella sicura e semplice: quella via è per tutti non certo per noi che siamo speciali! Davide Ferro al commento streaming dell’evento “Nemesis” che vuol dire? Vuol dire che abbiamo ingaggiato per il commento del nostro evento “Nemesis” non soltanto il più importante e odiato critico delle MMA italiane e non, ma soprattutto il più grande nemico storico dello stesso Slam FC e di Marco Santi, in veste sia di atleta che di organizzatore. E’ come se Batman chiamasse il Joker a fargli da testimone di nozze. Niente trucchi e niente inganni, nessuna clausola e nessun contratto, totale carta bianca e libertà di parola per Davide Ferro se qualcuno potesse avere dei dubbi! E sappiate che ne dirà delle belle! Ecco la sua presentazione:

Sono Davide Ferro il terrore di ogni federazione, associazione e lega, incubo di istruttori, pseudoatleti e promoter. Da anni le mie critiche ed opinioni sono bannate, censurate, insultate o denunciate perche’ polemizzo duramente e senza peli sulla lingua sulle “stranezze” italiane degli sport da combattimento e in maggior modo sul mondo delle MMA nuovo territorio di frodi e truffe.
L’odio nei miei confronti ha portato non pochi ad inventarsi storielle e frottole sul mio conto, talvolta cosi assurde che passano facilmente per diventare invenzioni prospettiche vere e proprie.
In verita’, ho 44 anni, faccio base a Londra e mi occupo da una parte di studi e ricerche sugli sport da combattimento nel mondo antico: lotta, pugilato e pankration, dall’altra faccio il Pad Man ad atleti professionisti dell’UFC, Bellator ed altre sigle asiatiche.
Nei giorni scorsi ho aperto il mio blog MMATTACK.com in lingua italiana, proprio per promuovere la visione internazionale, colorata e spettacolare delle MMA e criticare vecchie usanze nazionali fraudolenti come quella del mondo grigio federativo ormai baluardo morto e stramorto che riesce a vivere solo in Italia: i corsi brevi per diventare istruttori o allenatori in pochi mesi, vero raggiro promosso talvolta anche dai professionisti del settore e l’inganno, o meglio dire le insidie delle MMA amatoriali, talvolta promosse come qualcosa che in verita’ non sono.

Leave a Reply